METE e PIGRIZIA


Sono in aereo di rientro dal Portogallo.

Felice di avere trascorso 3 giorni fuori confine come mi piace fare.

Ho visitato un paese nuovo.

Mi sono confrontato con persone nuove.

Ho vissuto l’allenamento in località nuove per me.

Ho camminato per le vie del Portogallo senza una meta.

Ho dormito come faccio quasi ogni notte.

Ho camminato seguendo la ‘corrente’ come faccio quando viaggio.

La pioggia mi ha accompagnato in questi tre giorni di Porto.

Porto sembra un pò come Genova.

E con la pioggia Genova non brilla nel suo splendore.

Genova per fortuna non è Porto.

Sono stato con gente e fra la gente.

Mentre mi guardo intorno penso come tante altre persone come me, meglio di me o diverse da me stanno vivendo questo loro Momento.

Momento di viaggio.

Momento di vita.

Mentre osservo i miei compagni di viaggio percepisco un’energia che mi porta a sentire che noi, come umani non siamo per niente pigri.

Noi, quando siamo stimolati VOLIAMO, ci MUOVIAMO, CAMMINIAMO.

SPERIMENTIAMO.

Noi, quando ci mettiamo in gioco davvero ci cimentiamo in nuove sfide o semplicemente scegliamo di fare qualcosa che abbiamo sempre desiderato…

Che sia gustare un vino nuovo, vedere una città o assaporare il gusto di un sapore nuovo che nei nostri cibi non gustiamo da tempo.

Quando viaggio sento ENERGIA.

Le persone trasmettono qualcosa di nuovo e migliore quando sono libere.

Libere di esprimersi.

Libere di viaggiare.

Libere di essere quello che vogliono e si sentono di essere.

La gente non è pigra.

Semplicemente, troppo spesso, ha mete svigorite, mete che non ispirano affatto.

Mete che non valgono il viaggio.

Abbi cura di scegliere la tua META.

Simone Maffioletti

#smCoach