COME ATTIVARE LE SPALLE (8^ esercizio da TEMPO al TEMPIO)

Riattivare le spalle è l’ottavo esercizio preso dal mio libro TEMPO AL TEMPIO

Per vedere gli esercizi precedenti, CLICCA QUI

Per acquistare il mio libro CLICCA QUI

È un modo di dire molto comune che le giornate siano pesanti: “ho davanti una giornata molto pesante”, “è stata una giornata pesante”, “quella che arriva sarà una settimana pesante” oppure usare lo stesso aggettivo per quanto riguarda gli impegni stessi, come un ‘lavoro pesante’ o un ‘appuntamento pesante’.

sppInsomma, durante la giornata se ci facciamo caso usiamo l’aggettivo pesante molte volte e riflettendoci dovremmo iniziare a pensare che non è usato così a sproposito: ogni volta che affrontiamo qualcosa di impegnativo o addirittura di frustrante, se poniamo un po’ di attenzione al nostro corpo, ci accorgiamo che questo viene piegato dalla situazione. Ci ritroviamo in breve tempo con una postura più china, con le spalle più cadenti e la testa che  punta verso il basso.

Possiamo veramente usare il termine ‘pesante’ perché il corpo sembra fisicamente soffrire di certe situazioni e sembra flettersi al di sotto di queste.

Se ancora ce ne fosse bisogno, è questa una prova di quanto il corpo sia ricettivo e di quanto ciò che prova la mente influenza il corpo, e naturalmente viceversa.

È molto importante quindi stare attenti alla postura e in esercizi precedenti abbiamo già iniziato ad affrontarla. Tuttavia, per questo particolare argomento l’esercizio che ti propongo oggi è fondamentale, ed è riattivare le spalle.

RIATTIVA LE SPALLE

spppCome hai fatto per il tuo centro (core), ora ti chiedo per ogni ora di dedicare 10 secondi all’attivazione della zona posta tra le scapole. Ogni ora per 10 secondi tieni attivi i muscoli di addominali e spalle.

Questo semplice comportamento proporrà immediatamente una miglior postura dell’intera colonna in modo molto semplice, ti sentirai come più alto di qualche centimetro. In verità stai semplicemente riattivando la posa più sana del tuo corpo e ti stai contemporaneamente accorgendo quanto una situazione spiacevole possa in verità piegarti fisicamente: potrebbe essere classica l’immagine di te piegato su una mail a fissare il monitor del computer. In tal caso grazie a quei soli 10 secondi ti accorgerai quanto ti stavi flettendo, riportando tutto in tensione e riportando così la schiena in una posizione posturalmente corretta.

Con questo semplice accorgimento da fare ogni ora, mantenendo anche le modalità che hai già appreso (e cioè appuntandoti il minuto di ogni ora in cui farlo, oppure mettendo una piccola sveglia al cellulare) riattivi una parte fondamentale del tuo corpo che nel momento in cui sarà rimesso in moto dopo il lavoro, o dopo un impegno, si riattiverà più facilmente e manterrà nel moto appena iniziato una postura migliore.

Quindi: ogni ora per 10 secondi ricordati di mettere in tensione i muscoli addominali e i muscoli delle spalle ponendo attenzione ad attivare la zona fra le scapole.

copertina per amazonSimone Maffioletti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑