DOPO IL MOVIMENTO E L’ALIMENTAZIONE, GLI ULTIMI 10 ESERCIZI PER STARE MEGLIO (e oggi basta un foglio)

Inizia con questo articolo la serie di 10 esercizi riservati al nostro tempo, a come lo gestiamo e come lo vorremmo. In questi dieci piccoli interventi voglio darvi quache consiglio su come la mia esperienza di coach mi ha portato ad avere molta attenzione verso gli aspetti che nella vita quotidiana sembriamo sottovalutare. Con questo piccolo elenco inizia un percorso che era partito dagli esercizi fisici, era continuato nel controllo dell’alimentazione, e solo adesso, dopo tutto questo, può trovare nuovo interesse nei piccoli sogni, progetti e fallimenti che la vita quotidianamente ci offre. Avete voglia di seguirmi anche qui?

LEGGI I DIECI ESERCIZI SUL MOVIMENTO

LEGGI GLI ESERCIZI SULL’ALIMENTAZIONE

ACQUISTA QUI IL MIO LIBRO ‘TEMPO AL TEMPIO’

Benvenuto negli ultimi 10 esercizi. E’ la parte più imprevedibile e che, senza l’elasticità e la consapevolezza che ti hanno offerto i 20 esercizi precedenti, non sarebbe possibile mettere in atto.

Questa parte si chiama Live Life perché ti offro 10 piccoli spunti per far seguire i tuoi pensieri e la tua visione del mondo a quel cambiamento che è già successo nel tuo corpo. Come non mi stanco mai di dire, la mente fa parte del corpo.

ESERCIZI NON PER CAMBIARE IL COMPORTAMENTO, MA PER RENDERLO ELASTICO

xxxxxxxxxNon pensare di star passando da esercizi della postura a una specie di manuale della vita. Non è la mia intenzione, non lo è mai stata e non lo vuole essere.

La visione che hai tu del mondo è il risultato di una manipolazione lunga tanto quanto la tua vita, è una visione che non voglio mettere in alcun modo in discussione perché penso che l’unico che possa fare questa scelta sia tu.

L’unica cosa che ti chiedo è un ultimo sforzo: un ultimo gruppo di 10 esercizi che ti insegnano a guardare il tuo comportamento così come hai guardato prima il tuo corpo.

Se tutto è andato nel verso giusto, gettare uno sguardo nuovo sulla tua postura o sulla tua alimentazione ti ha dato la possibilità di fare nuove scelte e soprattutto scoprire nuovi piccoli particolari che da sempre erano intorno a te, ma che semplicemente erano nascosti dalla tua routine.

Adesso farò lo stesso e lo farò parlando della tua visione, del punto in cui sei tu in questo momento all’interno della tua vita, senza metterla in discussione, senza dirti cosa fare o cosa non fare, ma solo cercando di farti gettare uno sguardo su di essa per vedere nuovi particolari che magari prima, semplicemente, non consideravi importanti. Se hai notato un cambiamento nel corpo è possibile che magari dopo questi 10 ultimi esercizi noterai un cambiamento nello sguardo; o semplicemente li vedrai come estensioni di un corpo che si muove più in libertà e di una mente che vi si adegua.

IL PRIMO DEI 10 ESERCIZI: GUARDA 

xxxxxxNel primo di questi 10 ultimi esercizi chiedo proprio questo: guardare. Guarda chi sei oggi, cosa fai oggi, cosa farai questa settimana, cosa farai questo mese, cosa dovrai fare quest’anno.

Scegli per esempio di guardare cosa fai nella giornata di oggi e prova a vedere se ci sono almeno tre cose che devi fare per forza. Se durante queste 24 ore non ne trovi tre, cerca oltre, cerca nella settimana o nel mese, sono sicuro che troverai 3 cose che non vorresti fare, ma che devi.

Non importa quanto siano legate a rapporti o quanto sia un dovere di tipo personale o sociale, non importa quanto sia un dovere morale o un dovere economico, cerca di non giudicare le cose che devi fare. Cerca semplicemente di guardarle.

Scrivile queste tre cose su un foglio e fissale. Guarda la tua scrittura che ha inciso questo piccolo elenco. Guarda mentre confessi a te stesso 3 tuoi impedimenti, 3 tuoi limiti, 3 tuoi obblighi. Guarda lì e inizia a pensare che in essi è anche loro sono una parte di te.

Qualsiasi ragionamento ne verrà fuori, qualsiasi pensiero fluirà da questa vista di te stesso, sarà un ragionamento che forse non avevi mai fatto e forse ti aiuterà a rendere più sopportabili queste 3 cose, o forse no; forse ti aiuterà ad escluderne una delle 3, perché in fondo tante volte ci imponiamo cose che non sono necessarie e solo vedendole scritte ci accorgiamo della loro assurdità, ma forse no.

Cerca di guardarli come ti guardassi negli occhi e sii sincero con te stesso su quanto queste 3 cose siano necessarie.

GUARDA SEMPLICEMENTE, NON GIUDICARE

xxxxxxxNon ti sto naturalmente invitando a cercare di convincerti che non sono necessarie o a lasciarle andare: questo non è un corso per liberarsi dagli impegni.  Questo è un tentativo di fare i conti con se stessi e, se queste tre cose sono necessarie, c’è sicuramente un motivo per cui lo sono. E allora è bene sapere qual è questo motivo e da cosa dipende questo motivo e a chi fa bene veramente questo motivo.

Alle volte un gesto semplice come materializzare i pensieri, magari solo scrivendoli su un foglio, li rende affrontabili e ci fa uscire da uno schema che credevamo non affrontabile.

Quindi: foglio, 3 punti, scrivi e poi prenditi il tuo tempo per guardare.

Simone Maffioletti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑