Non sono più un affiliato CrossFit: il razzismo lo lascio fuori!

All’indomani dell’uccisione di George Floyd da parte di un agente di polizia, frasi come “Non piango la sua morte”, oppure battute su twitter come “Floyd-19”, tutte dette da Greg Glassman, CEO di CrossFit, mi hanno fatto prendere una decisione chiara sulla mia affiliazione a CrossFit. Poco mi interessa che sia già stato sostituito al timone della società da Dave Castro: anche se è una scelta sofferta, non posso stare zitto (ormai mi conoscete!).