Progetto segreto “DeltaG”: cavie umane e armi USA per vincere a Londra 2012

“DeltaG”: la misteriosa sostanza creata dalle forze speciali USA per vincere tutto alle olimpiadi di Londra 2012. Sembra un film, ma l’ammissione è ufficiale: la Uk Sport, agenzia governativa per lo sport britannico, ha usato 91 atleti di alto livello come cavie!

ALYSIA MONTANO vs NIKE > STAVOLTA NON CREDO NIKE ABBIA TUTTI I TORTI, E SUL COMPORTAMENTO DI ALYSIA HO DEI DUBBI…

Alysia Montano rivela che, quando è restata incinta, Nike l’ha avvertita che il contratto sarebbe stato interrotto. Alysia nel 2014 decide di gareggiare lo stesso con il pancione di otto mesi. Oggi rivela tutti i retroscena al New York Times. Nel mio video sollevo alcune critiche al comportamento di Alysia, e stavolta non credo che Nike abbia tutti i torti…

ALYSIA MONTANO > “SE TIENI IL BAMBINO SMETTIAMO DI PAGARTI”

Alysia Montano accusa la Nike: “conducono campagne pubblicitarie a favore della parità di genere, ‘sogna da pazzi’ e ‘just do it’, ma quando sono rimasta incinta la risposta è stata: fallo e noi blocchiamo il tuo contratto”. Dopo aver corso all’ottavo mese nel 2014 ed essere stata chiamata la ‘vera Wonder Woman’, Alysia Montano decide di rivelare come è andata veramente al New York Times. 

SCANDALO MARY CAIN, CARRIERA DISTRUTTA DALLA NIKE > ECCO COSA NE PENSO DA COACH IN UN VIDEO

Ecco la mia opinione da Coach sulla storia di Mary Cain, velocissima ragazza di ottime potenzialità definitivamente rovinata dal coach Alberto Salazar e dal “Nike Oregon Project.

“ERO LA DONNA PIU’ VELOCE D’AMERICA, FINCHE’ NIKE NON MI HA ROVINATA!” > LA STORIA DI MARY CAIN

Mary Cain, New York classe 1996, è stata la mezzofondista statunitense più promettente del 2013, la più giovane rappresentante USA nell’atletica mondiale, ma nel 2019 rilascia al New York Times una lunga intervista dove denuncia la Nike per averla rovinata fisicamente ed emotivamente, oltre a distruggere la sua carriera di atleta…

CHI ERA KOBE BRYANT, STELLA DEL BASKET MORTO IN ELICOTTERO CON LA FIGLIA

Kobe Bean Bryant è morto alle 9:47, ora del Pacifico, del 26 gennaio 2020 insieme a sua figlia di tredici anni Gianna e altre cinque persone. L’elicottero sul quale erano imbarcati è decollato dal John Wayne Airport, Contea di Orange (California), era di proprietà del giocatore e si è schiantato a Calabasas prendendo fuoco. La causa è imputabile alla nebbia fitta. Chi era il campione?

CALCIO AMPUTATI: ORA ESISTONO TORNEO E NAZIONALE E C’E’ APPENA STATA LA FINALE DEL PRIMO STORICO CAMPIONATO ITALIANO!

Il Calcio amputati è stato riconosciuto dalla FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) nel dicembre 2017, dopo una storia strana e avventurosa…

IL MIO RICORDO DEL MISTER MONDONICO: “QUANTO CI FACEVA INCA##ARE!”

Il mio ricordo del Mister Mondonico, quando sono stato nel suo staff e quanto mi ha fatto inca##are! SEMPRE CON NOI, MISTER!

VI IMMAGINERESTE CHE E’ DELLA VAL PUSTERIA? FABIAN AICHNER E IL RIFIUTO DI ESSERE UNO STEREOTIPO DELLA WWE

Parte dalla Val Pusteria, diventra maestro di sci e poi, finalmente, il grande debutto nella WWE, fino ad oggi che è uno dei campioni del wrestling mondiale. Una storia da leggere.

OPEN CrossFit 2020: ECCO COSA MI PORTO A CASA!

Anche quest’anno ho partecipato agli OPEN dei CrossFit Games, ecco alcune piccole considerazioni e il perché parteciperò anche nel 2021!