Dante Adrian Senger

Non giocavo con continuità da troppo tempo, la scelta di trasferirmi, di curarmi e allenarmi in Italia poteva essere vista come un’azzardo da molti addetti ai lavori ma abbiamo avuto il coraggio di fare una scelta NUOVA.​

Giorni e settimane di duro lavoro mi hanno permesso di tornare a competere e giocare con continuità.

Il momento più difficile per me è stato AFFIDARMI a un professionista che mi guidasse nel mio percorso.

Ora sono davvero FELICE della scelta fatta perché mi ha permesso di essere l’atleta che sono.